Utilizziamo i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Procedendo ad utilizzare il sito, anche restando in questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie.

Back to Top
 
Sono due le parole chiave che governano oggi la complessità del pianeta cancro e del sistema sanitario: integrazione e appropriatezza. La medicina moderna, in particolare nell’ambito della patologia oncologica, si muove e si sviluppa in base a sinergie che permettono una terapia frutto di alleanze e di reti sempre più composite ed eterogenee in una visione di integrazione centrata sul benessere della persona malata. 
Su dette solide basi è stato ideato questo evento scientifico co-organizzato dalla Scuola di agopuntura tradizione di Firenze con l’Azienda USL Toscana centro, l’Istituto Toscano Tumori e l’Associazione di Ricerca per le Terapie Oncologiche Integrate (ARTOI). 
In Toscana attori diversi come la Scuola di Agopuntura tradizionale di Firenze, la Regione Toscana con l’innovativo processo di integrazione delle medicine complementari nel sistema sanitario pubblico, l’Ordine dei Medici e l’Università, lavorano da decenni per rafforzare questo approccio sia sul piano istituzionale sia nella formazione di operatori moderni e professionalmente idonei. La prospettiva concreta di riunire le diverse realtà di cura sotto un’unica medicina è sempre stata la missione di ARTOI sin dalla sua nascita, più di 10 anni fa. 
L’esigenza di ampliare lo sguardo al paziente con strategie terapeutiche centrate sulla persona e non su una patologia specifica dove, dietetica, attività fisica, ginnastiche respiratorie e stili di vita svolgono un ruolo di primo piano come stimolo per migliorare il sistema uomo, fa sì che la prevenzione e gli strumenti che la sostengono abbiano uno spazio importante in questo convegno.

Un evento che si pone in continuità con il convegno di oncologia integrata del novembre 2016, quando a Firenze oltre 400 medici, oncologi e ricercatori si sono confrontati sui percorsi terapeutici integrati per i malati di tumore. 
A Firenze convergeranno ancora una volta oncologi di chiara fama e medici di medicina integrata che da decenni svolgono un ruolo di supporto e assistenza nell’approccio scientifico alla malattia oncologica e a patologie cerebrali come l’ictus, secondo una visione rigorosa e aperta della medicina, condivisa dalle grandi agenzie sanitarie internazionali come l’Organizzazione mondiale della sanità e i National Health Institutes statunitensi e via via confermata dalla ricerca scientifica. 
Grandi strutture internazionali come il Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York affiancano da anni le metodiche complementari, se efficaci e appropriate, ai protocolli antitumorali classici in un percorso diventato paradigmatico e contagioso.

Ci accingiamo, quindi, non senza emozione a condividere tre giorni intensi di scienza e cultura con ospiti di tutto il mondo, con l’auspicio che numerosi colleghi partecipino attivamente a questo evento straordinario. 

Franco Cracolici 
Sonia Baccetti 
Massimo Bonucci
 

  • Titolo

    CONVEGNO INTERNAZIONALE DI MEDICINA INTEGRATA 2018

  • Docente/i VARI

 

 


 

MASTER DI OSTETRICIA INTEGRATA - BIENNALE

Con il patrocinio del Collegio Interprovinciale delle Ostetriche di Firenze, Prato, Arezzo, Grosseto, Siena, Lucca e Pistoia

In collaborazione con Consorsio Innopolis codice provider 3555 

ASSEGNATI 50 CREDITI ECM PER IL 1° MODULO

RESPONSABILI DEL CORSO: Franco Cracolici, Paola Iop 

DOCENTI: Iop, Cracolici, Panozzo, Papafava, Baccetti, Petri, Traversi, Taccola, Magonio, Donzelli, Bortolotti, Pianigiani, Riviello, Bini 

L'ostetrica é sempre di più una professionista che si occupa non solo di parto, ma di tutto il percorso nascita, dalla gravidanza al puerperio e alla esogestazione; oltre che della fisiologia della salute femminile dal menarca alla menopausa, dalla contraccezione alla conoscenza e educazione del perineo.

E' importante e necessario quindi approfondire sempre di più la conoscenza di tali e tanti aspetti per dare risposte autorevoli, competenti e empatiche alle numerose esigenze e richieste delle donne. Ma anche per migliorare l'ascolto e la qualità della relazione terapeutica, e favorire l'empowerment delle donne/coppie con cui entriamo in contatto.

Può inoltre essere utile, per migliorare e arricchire la nostra formazione, avvicinarci allo studio di medicine complementari che stimolino la nostra curiosità, interesse e cultura, oltre a fornirci di ulteriori strumenti terapeutici.

La Medicina Tradizionale Cinese, con il suo millenario bagaglio di saperi, ci apre possibilità di conoscere un mondo fisicamente lontano, ma ricco di stimoli sia culturali che di uso pratico.

Potremo così scoprire le basi fondamentali su cui si costruisce il suo immenso sapere e integrare la nostra pratica quotidiana con l'uso di alcuni strumenti.

Impareremo i meridiani, i punti principali e come fare l'inquadramento energetico, nozioni di dietetica, come praticare e usare il qui gong, la moxa e il tuina, come e quando stimolare e quando invece sia meglio svuotare. Apprenderemo nuove visioni del mondo, il simbolismo e gli archetipi, la connessione del tutto con il singolo.

Un lungo viaggio alla scoperta di noi e delle nostre molteplici possibilità e capacità di cura in uno scambio culturale che non potrà che portare nuova linfa alla nostra pratica quotidiana e integrare in modo costruttivo le nostre conoscenze.


 

CORSO di DIETETICA e FARMACOLOGIA CINESE 2017-2018 

In collaborazione con Consorsio Innopolis codice provider 3555 

IN CORSO LA RICHIESTA DEI CREDITI ECM 

COORDINATORE DEL CORSO: dott. Duccio Petri 

DOCENTI: Dott. Duccio Petri, Dott. Gabriele Saudelli, Dott. Vittorio Mascherini 

  • Titolo

    Master in Ostetricia Integrata / Dietetica e Farmacologia Cinese

  • Docente/i Vari

Il QiGong è una delle prime tecniche che storicamente si trovano alla base dell'attuale medicina cinese, alcune teorie affermano che il decorso dei meridiani sia stato scoperto proprio dai praticanti delle ginnastiche energetiche.
E' talmente importante come pratica che nel SoWen viene detto che i popoli del centro, coloro che soffrono del ristagno dell'energia, devono curarsi con il massaggio e la ginnastica energetica.

Successivamente al corso triennale formulato in osservanza di quanto disposto nell’accordo siglato (7 febbraio 2013) dalla conferenza permanente Stato- Regione
La scuola offre un 4° anno di specializzazione dopo il conseguimento al 3° anno dell’attestato FISA.
Consigliato a tutti coloro che vogliano approfondire lo studio dell’agopuntura attraverso tematiche di grande interesse svolte da docenti ricchi di esperienza nelle materie suddette.

  • Titolo

    Corso di Agopuntura IV Anno di Alta Specializzazione 

  • Docente/i vari